Skip to main content

Edizione dedicata ai giornalisti della stampa scritta

Da quest’anno il Premio verrà dedicato, per ogni appuntamento, a una categoria giornalistica diversa. Nel 2023 saranno presi in considerazione autori di podcast e di servizi radiofonici, l’anno successivo sarà la volta dei giornalisti del web e, a seguire, quella degli autori di opere video.

Bando concorso

Con questa proposta AMCA intende sottolineare la pari rilevanza di ogni forma di espressione giornalistica, mettendo a confronto, di volta in volta, lavori realizzati con criteri e modalità affini.

I lavori giornalistici presentati per l’edizione 2022 dovranno riguardare temi o territori che il biennio della pandemia ha visto relegati in secondo piano, malgrado la loro rilevanza sociale o umana. Dovranno, in sostanza, essere opere che hanno inteso richiamare con efficacia l’attenzione dell’opinione pubblica verso situazioni di discriminazione, di esclusione o emarginazione economica e sociale, di violazione dei diritti umani, che sono stati ignorati o completamente dimenticati a causa dell’imperversare della pandemia.

Verranno considerati articoli cartacei pubblicati da gennaio 2020 in poi (massimo 5 cartelle) preferibilmente in lingua italiana. Ogni partecipante può mandare un solo lavoro.

Scadenze e premiazione

La documentazione (via mail, wetransfer o link web) va inviata a: premiocarla@amca.ch entro il 31 agosto 2022

La cerimonia di premiazione avverrà nell’ambito del Film Festival Diritti Umani Lugano 19-23 ottobre 2022

Ammontare totale del/i premi: CHF 3’000

La giuria si riserva ampia facoltà di decisione sull’ammontare e l’attribuzione dei singoli premi. I partecipanti accettano il verdetto della giuria e l’eventuale pubblicazione dei documenti sul sito e sul Correo AMCA o durante eventi organizzati da AMCA e/o dal Festival Diritti Umani.

X