“Il nostro intento è quello di creare opportunità e spazi di azione per favorire uno sviluppo sociale armonico, solidale, equo, laddove vi sono, o vi sono stati, squilibri tali da creare situazioni di impoverimento e disuguaglianza.”

L’Associazione per l’aiuto medico al Centro America AMCA fu creata nell’agosto 1985. Vi aderirono una trentina di medici, alcuni sindacati e varie associazioni attive nella solidarietà. Inizialmente i progetti si limitarono al Nicaragua. Era il momento della massima offensiva dei Contras, finanziati e guidati dalla CIA. La politica interna svizzera guardava allora agli avvenimenti nicaraguensi nel quadro del bipolarismo internazionale e il nostro governo veniva sollecitato dall’ambasciata americana a Berna affinché sospendesse i suoi progetti di aiuto.

Se oggi il Centro America non è più oggetto di discussione politica e ideologica, in conseguenza della caduta del muro di Berlino, rimane comunque una delle regioni tra le più povere dell’America. Con l’aiuto di nazioni ricche e con mezzi di intervento appropriati si possono evitare le epidemie, ridurre la povertà, creare occasioni di lavoro, promuovere l’autonomia di ogni individuo. Per questo motivo AMCA sostiene sempre la collaborazione, nel senso solidale del termine; il nostro intento è quello di creare opportunità e spazi di azione per favorire uno sviluppo sociale armonico, solidale, equo, laddove vi sono, o vi sono stati, squilibri tali da creare situazioni di impoverimento e disuguaglianza.

Con i suoi progetti sanitari e sociali AMCA ha sempre voluto favorire interventi diretti al sostegno delle fasce più deboli della popolazione, le donne e i bambini, evidenziando come il libero accesso alla salute e all’educazione, oltre ad essere un diritto primario dell’infanzia e di tutti, segna anche il grado di sviluppo di un paese.

Con il contributo di tutti, donatori, collaboratori, partner, volontari, durante questi anni crediamo di essere riusciti nel nostro intento. Ma sappiamo che molto ci resta da fare ed è per questo motivo che non ci stanchiamo di chiedere appoggio e contributi, per continuare ad essere accanto a loro, ai discendenti di una civiltà tra le più importanti della storia dell’uomo, che ha arricchito l’arte e la cultura e che noi ammiriamo nei nostri viaggi e nelle visite ai grandi musei. Non lasciamoli soli, oggi che sono loro ad aver bisogno del nostro aiuto. Domani…

— Franco Cavalli

Quale Associazione condividiamo i valori etici propri del servizio sanitario pubblico, quali l’equità d’accesso alle cure, la qualità dell’assistenza, lo scopo non lucrativo, l’impegno e l’integrità delle collaboratrici e dei collaboratori e l’attenzione per le comunità locali. Sosteniamo lo sviluppo dei servizi sanitari pubblici tramite progetti collaborativi e di reciprocità dello scambio con enti, istituzioni, associazioni e gruppi della società civile, dei paesi democratici della regione centroamericana.

Agiamo e promuoviamo l’ambito della ricerca medica nella forma di sostegno a studi e introduzione di nuove tecnologie nei paesi d’intervento dei nostri progetti. Collaboriamo con diverse istituzioni locali per la promozione della formazione del personale.

Operiamo con progetti in ambito sanitario ed educativo con l’obiettivo di contribuire a migliorare la situazione delle persone coinvolte, le condizioni di lavoro delle attrici e attori e le condizioni socio-sanitarie delle persone beneficiarie dei progetti. Promuoviamo strutture di accoglienza parallele alle strutture medico-ospedaliere e sosteniamo progetti che abbiamo un impatto e una sostenibilità sociale a lungo periodo.

Ci occupiamo della formazione continua delle nostre collaboratrici e collaboratori e assicuriamo un buon ambiente di lavoro e di crescita professionale.

Promuoviamo e sosteniamo la comunicazione tra l’Associazione e le sue sostenitrici e sostenitori  tramite pubblicazioni e organizzazione di incontri. Operiamo attività di sensibilizzazione sui temi legati alla cooperazione e allo sviluppo socio-economico e sanitario delle regioni e dei paesi in via di sviluppo.

Sosteniamo progetti che presentino una certa sostenibilità di sviluppo per il futuro e che siano assumibili da parte dei partner coinvolti.

Attuiamo una gestione finanziaria rigorosa attraverso una contabilità trasparente, seguendo le direttive SWISS GAAP Fer21. Garantiamo l’utilizzo efficiente dei fondi donati, rispettandone la destinazione.

Volontariato

Promuoviamo il volontariato sia a livello svizzero che internazionale. Agiamo garantendo la formazione delle volontarie e volontari e la loro introduzione nei progetti, accompagnando il loro ritorno.

Art. 1

Con il nome “Associazione per l’aiuto medico al Centro America” è costituita un’associazione conformemente agli art. 60 ss del Codice Civile Svizzero. La sua sede è Giubiasco.

Art. 2

L’Associazione persegue lo scopo di promuovere e contribuire con ogni mezzo idoneo e senza fini di lucro, allo sviluppo sanitario dei paesi e dei movimenti democratici del Centro America e del Caribe.

L’Associazione contribuisce attivamente al miglioramento delle condizioni sociali ed educative dei paesi in cui opera.

- Il 2020 è stato un anno particolare anche per AMCA con la diffusione dei contagi da Covid19, qui come in America Centrale. Per noi è stato prioritario garantire sostegno e continuità al nostro lavoro, ma fin dalla prima ondata pandemica ci siamo confrontati con le difficoltà a svolgere attività di sensibilizzazione e raccolta fondi. Nonostante tutto possiamo dire di essere riusciti. (...) Questo nostro impegno ben evidenzia la necessità di non contrapporre l’aiuto umanitario alla cooperazione allo sviluppo con progetti su lunghi periodi. Non si dovrebbe privilegiare il primo a scapito del secondo, bensì lavorare affinché i due ambiti di intervento diventino complementari. Se è necessario intervenire per affrontare crisi ed emergenze, è comunque centrale disporre di un buon sistema sanitario di base con attività specialistiche adeguate anche nei paesi più poveri. E’ la nostra visione, in questo senso abbiamo lavorato e continueremo a farlo. Grazie per essere al nostro fianco e sostenere le nostre azioni!

- I ponti che AMCA ha creato fra Svizzera e Centroamerica nel corso degli anni sono sempre più solidi e solidali. Nonostante le difficili circostanze vissute in questi ultimi anni, fra uragani e pandemia, fra incertezze ed emergenze, la nostra Associazione ne esce rafforzata dal lavoro che svolge attraverso i suoi progetti concreti. Come potete leggere in questo rapporto, nell’anno che abbiamo lasciato alle spalle siamo stati capaci di consolidare e rafforzare i nostri progetti in Nicaragua, El Salvador e Guatemala, realtà difficili nelle quali AMCA ha operato e continua ad operare, aldilà dell’orientamento politico dei governi, per garantire il diritto alla salute di tutte le persone. In questo rapporto annuale vorremmo offrirvi una fotografia di quanto è stato fatto, di ciò che resta da fare e di quanto sia importante l’aiuto mirato di associazioni come AMCA. E di quanto il vostro sostegno sia per noi fondamentale e la vostra solidarietà il dono più bello per la popolazione del Centro America.

Scopo della Fondazione è sostenere e promuovere l’attività dell’Associazione per l’aiuto medico al Centro America (AMCA) nella realizzazione dei suoi progetti, agendo in particolare, separatamente o in collaborazione con AMCA, nella raccolta di fondi e di finanziamenti pubblici e privati da destinare in modo esclusivo all’attività di AMCA.

La Fondazione persegue obiettivi di pubblica utilità ed opera pertanto senza scopo di lucro.